EVENTI VACCARIZZO ALBANESE

EVENTI VACCARIZZO ALBANESE

EVENTI RELIGIOSI E CIVILI

GENNAIO Giorno 6 – Teofania del Signore

Liturgia  al mattino seguita dalla processione dei fedeli presso la fontana vecchia del paese per la suggestiva cerimonia della benedizione della acque.

GENNAIO/FEBBRAIO – Commemorazione dei Defunti

Si tiene il sabato 15 giorni prima dell’inizio della Quaresima. È una ricorrenza religiosa, ricca di significati, tra le più sentite presso tutte le comunità arbëreshe. Si tratta di una vera e propria “Festa dei morti” che in questa settimana “Java e të Vdekuravet” si pensa lascino le proprie tombe per tornare a visitare i vivi. Lo Psycosabbaton inizia con la Divina Liturgia in suffragio dei defunti cui segue una processione con il papàs verso il cimitero per la benedizione delle tombe. Nel pomeriggio, il papàs si reca a casa delle persone che hanno avuto un lutto recente per la benedizione delle “Panagjie”, collivi, cioè grano bollito e pane che viene offerto ai presenti, perché simboleggianti l’immortalità dell’anima e la resurrezione del corpo. All’alba del sabato i bambini esclamando “Ndje Zot” “Perdona o Signore” bussano ad ogni casa chiedendo, pane, olio, grano bollito ed oggi anche qualche soldino. La giornata termina poi, con un banchetto, riservato a comitive di soli uomini, dove si è soliti consumare vino e il tradizionale piatto di pasta e ceci in suffragio delle anime dei defunti.

MARZO Giorno 19 – San Giuseppe

Liturgia al mattino seguita dalla processione della statua del Santo accompagnata dai fedeli, per le vie del paese.

MARZO / APRILE – Domenica delle Palme

Liturgia al mattino seguita dalla processione dei fedeli con rami d’alloro e d’ulivo presso il Calvario per la solenne benedizione dell’alloro

MARZO / APRILE – La Grande e Santa Settimana

Dal Lunedì al Mercoledì Santo si celebra l’Ufficiatura del Cristo Sposo. Il Giovedì Santo, al mattino, Liturgia di San Basilio il Grande con la suggestiva cerimonia della Lavanda dei Piedi. La sera proclamazione dei dodici brani dei Vangeli, Innalzamento della Croce e Incontro tra Cristo morto e l’Addolorata. Segue la tradizionale “Kalimera della Passione” e la veglia notturna. Il Grande e Santo Venerdì inizia con la recita delle Grandi Ore e si conclude con la Via Crucis. Il Sabato Santo, al mattino, Liturgia di San Basilio il Grande con il preannuncio della Resurrezione di Cristo. A mezzanotte viene accesso un grande falò allestito in piazza dai ragazzi del paese cui segue la suggestiva cerimonia del “Kristòs Anesti!” “Cristo è Risorto!”.

APRILE – La domenica successiva al giorno 5 – San Vincenzo

Liturgia al mattino seguita dalla processione della statua del Santo accompagnata dai fedeli, per le vie del paese e delle contrade. La sera del sabato fuochi d’artificio.

APRILE – Ultima domenica del mese – San Francesco di Paola

Liturgia al mattino seguita nel pomeriggio dalla processione della statua del Santo accompagnata dai fedeli per le vie del paese.
La sera del sabato fuochi d’artificio e falò allestiti da ogni vicinato e accesi al passaggio della banda musicale che percorre in processione le vie del paese. Attorno ad essi si organizzano veri e propri banchetti che si protraggono fino all’alba.

GIUGNO – Giorno 13 – Sant’Antonio

Liturgia al mattino seguita dalla processione della statua del Santo accompagnata dai fedeli per le vie del paese

GIUGNO – Festa del Corpus Domini

In occasione della ricorrenza del Corpus Domini, ogni vicinato allestisce un altarino addobbato con oggetti sacri e coperte pregiate, coperte che al passaggio della processione abbelliscono anche finestre e balconi. Gli altarini del Corpus Domini coperti di fiori vengono raggiunti e benedetti dal papàs durante la processione

LUGLIO – Giorno 16 – Madonna del Carmelo

Liturgia al mattino seguita nel pomeriggio dalla processione della statua della Madonna accompagnata dai fedeli per le vie del paese.

LUGLIO – Ultima domenica del mese – San Francesco di Paola

Festa nata poco più di vent’anni fa e voluta dalle famiglie emigrate all’estero che rientrano in questo periodo. Liturgia al mattino seguita nel pomeriggio dalla processione della statua del Santo accompagnata dai fedeli per le vie del paese. A fine serata spettacolo musicale in piazza

AGOSTO – Giorno 15 – Assunzione S.V.

Festa ripresa da qualche anno per iniziativa del locale “Comitato Parrocchiale”. Liturgia al mattino seguita nel tardo pomeriggio dalla processione con fiaccole della statua della Madonna accompagnata dai fedeli per le vie del paese. La sera in piazza grande festa con dolci e piatti tradizionali.

SETTEMBRE – Giorno 14 – Esaltazione della preziosa e vivificante Croce

Liturgia al mattino con la benedizione e la distribuzione del Basilico.

OTTOBRE – La seconda domenica del mese – Madonna del Rosario

Questa festa apriva il periodo della semina, i massari, infatti, il giorno dopo la festa lasciavano il paese per raggiungere i campi.
Alla Madonna del Rosario sono dedicate la prima e la seconda domenica del mese.
Nel pomeriggio della prima domenica in chiesa si canta in lingua la tradizionale “Kalimera e Shën Mërisë së Rruzarit”
La seconda domenica del mese Liturgia all’alba, alle ore 8.00 e alle ore 10.00 seguita poi, dalla processione della statua della Madonna accompagnata dai fedeli per le vie del paese.
La sera del giorno precedente la festa, fuochi d’artificio.
Si prepara, inoltre, in questa occasione una tipica minestra di cavoli e carne “Lakret” .

NOVEMBRE – La domenica successiva al giorno 21 – Madonna di Costantinopoli

La festa della Madonna di Costantinopoli, chiamata “Shën Mëria Menxasporisë”, sospendeva il periodo utile per la semina, infatti, per questa festa i massari rientravano in paese.
Liturgia al mattino seguita dalla processione della statua della Madonna accompagnata dai fedeli per le vie del paese.

DICEMBRE – Giorno 8 – Immacolata Concezione

Liturgia al mattino seguita dalla processione della statua della Madonna accompagnata dai fedeli, per le vie del paese.

DICEMBRE – Giorno 13 – Santa Lucia

Liturgia al mattino seguita dalla processione della statua della Madonna accompagnata dai fedeli, per le vie del paese.
Nel pomeriggio in chiesa, canto in lingua della tradizionale “Kalimera e Shën Lluçisë” . La sera del giorno precedente la festa, spettacolari fuochi

DICEMBRE – Giorno 24 – Vigilia del Santo Natale

Liturgia a mezzanotte e bacio del Bambino Gesù

DICEMBRE – Giorno 25 – Natale

Liturgia al mattino.

EVENTI CIVILI

AGOSTO – Sagra del Costume Arbëresh

Manifestazione giunta alla sua XXIX edizione. La sagra è un occasione di promozione oltre che di valorizzazione del nostro patrimonio culturale. Nei due giorni di festa si può assistere a convegni, mostre e sfilate dei tradizionali costumi provenienti da numerose comunità arbëreshe. Inoltre, in serata esecuzione di balli e canti tradizionali da parte dei gruppi presenti e degustazione di piatti e dolci tipici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.