BENI CULTURALI ALESSANDRIA DEL CARRETTO

BENI CULTURALI ALESSANDRIA DEL CARRETTO

Cappella di san Rocco

Descrizione

La Cappella di San Rocco è ubicata all’ inizio del centro storico di Alessandria del Carretto. Eretta per ringraziare d’esser sopravvissuti alla peste, il piccolo edificio di culto si presenta con una struttura a capanna molto sobria realizzata in pietra locale a faccia vista ed è sovrastata da un campanile a vela.  La facciata principale presenta nella parte inferiore un portale realizzato ad arco a tutto sesto e una monofora della stessa tipologia.

________________________________________________________________________________________

Chiesa Madre, Sant’Alessandro

Descrizione

La chiesa Madre, dedicata al patrono Sant’Alessandro è la matrice di Alessandria del Carretto, fu eretta nel ‘600 e presenta una facciata in stile misto, in cui si aprono tre portali ad arco a tutto sesto. La facciata è realizzata in laterizio nella parte inferiore, mentre in quella superiore presenta una struttura a capanna con monofora centrale e nicchie laterali. Sul lato sinistro del edificio si innalza una torre campanaria a base ottagonale. L’interno è riccamente decorato in stile neoclassico. Nella facciata in laterizio, nella parte inferiore, si apre un pregevole portale d’ingresso. Il lato sinistro presenta un campanile a pianta quadrata e l’interno è suddiviso in tre navate.

________________________________________________________________________________________

Museo Guido Chidichimo

Descrizione

Nelle vicinanze dell’Orto Botanico è presente il museo del prof. Guido Chidichimo, esso racchiude la sua biblioteca personale i suoi trofei e una serie di testimonianze scientifiche sulla cardiochirurgia italiana.
Il museo nel suo insieme, offre la possibilità di effettuare studi, ricerche didattiche, giornate mediche ai vari livelli, nonché ammirare ed apprezzare un ricco patrimonio culturale e scientifico, attraverso testimonianze dirette (libri, filmati relativi a interventi a cuore aperto, diapositive, ecc.) maturati in tanti anni di professione medica e specialistica

________________________________________________________________________________________

Orto Botanico Difisella

Descrizione

Gli appassionati di flora non possono non visitare l’orto botanico Difisella, dove, attraverso un percorso guidato, è possibile ammirare una grande varietà di erbe officinali.

________________________________________________________________________________________

Chiesa della Madonna dello Sparviere

Descrizione

Chiesetta costruita negli anni 80 dagli operai dell’AFOR. Interamente costruita in pietra locale a faccia vista e circondata dal verde.

Nei pressi del vallone Lupara si trova la Cappella della “Madonna dello Sparviere” (o di “Bruscato”), alla quale zona si accede seguendo un tortuoso tracciato sterrato che attraversa il crestone nord-orientale del monte e raggiunge anche il centro abitato di Alessandria del Carretto. Nella prima domenica di agosto si celebra la festa dedicata alla Madonna.

________________________________________________________________________________________

Monte Sparviere

Descrizione

Il Monte Sparviere è un rilievo della catena orientale del Massiccio del Pollino, situato al confine tra la Calabria e la Basilicata. Il suo crinale occidentale ricade nel territorio di Terranova del Pollino (in provincia di Potenza), mentre il suo crinale orientale è situato nel territorio di Alessandria del Carretto (in provincia di Cosenza), comune più vicino (a soli 5 km).

Nel versante nord della Calabria, al confine con la Basilicata, si erge maestosa la cima del monte Sparviere, che con i suoi 1713 metri sul livello del mare è una delle vette più alte del Parco Nazionale del Pollino. La montagna prende il nome dallo sparviero, uccello rapace fiero e affascinante della cui presenza sul monte parla persino Omero nell’Odissea. L’area del monte è ricca di vegetazione ed è famosa per le caratteristiche acerete, all’interno delle quali si rinviene una inusuale convivenza di ben cinque differenti specie di aceri: acero campestre (Acer campestre), acero di monte (Acer pseudoplatanus), acero di Lobel (Acer lobelii), acero di Ungheria (Acer obtusatum) e acero riccio (Acer platanoides).

________________________________________________________________________________________

Rifugio Tappaiolo

Descrizione

Laghetto artificiale in località Tappaiolo realizzato negli anni 80 dagli operai dell’AFOR, e costruito in pietra locale. Possibilità di  sostare ed usufruire di tavoli e sedili in pietra locale, usare i forni, i rifugi dell’area attrezzata.

________________________________________________________________________________________

Cappella di San Francesco di Paola

Descrizione

Eretta nel 1879.

________________________________________________________________________________________

Cappella di San Vincenzo Ferreri

Descrizione

Costruita nel 1744, conserva la statua omonima.

________________________________________________________________________________________

Cappella di Sant’ Elia

Descrizione

Costruita in pietra, è probabilmente l’ultimo nucleo di un antico monastero cui risale la prima citazione di Alessandria del Carretto in documenti storici.

________________________________________________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.